martedì 13 settembre 2016

I DIRITTI SULLE STORIE DI AGENZIA INCANTESIMI



Mi sono reso conto che (ingenuamente? Colpevolmente?) non ho mai affrontato l'aspetto dei diritti sul materiale prodotto per Agenzia Incantesimi, sia realizzato per il sito che, a suo tempo, per gli albi. Ecco quindi qualche chiarimento.

Legalmente. i diritti sulla serie e sui personaggi appartengono esclusivamente a me (in realtà, anche se dal punto di vista contrattuale non può accampare diritti, Teresa Marzia è la creatrice grafica della serie). Questo significa che nessuno può utilizzare il materiale prodotto per Agenzia Incantesimi senza un mio esplicito consenso.

Per quanto riguarda le singole storie, ogni autore è il legittimo proprietario del materiale prodotto. Questo implica che sebbene io possa utilizzare il materiale prodotto come meglio creda, nel momento in cui tale utilizzo dovesse generare degli introiti, essi andrebbero divisi (secondo percentuali da stabilirsi di volta in volta) con gli autori. I quali non possono invece sfruttare quel materiale senza il mio esplicito consenso (che di rado nego, va detto). Il discorso vale naturalmente anche per le singole immagini: per fare l'esempio più banale, se dovesse essere realizzato del merchandising sfruttando illustrazioni o vignette, gli autori delle immagini utilizzate riceverebbero delle royalties sulle vendite.

In caso di (improbabile, ma non mpossibile) sfruttamento su altri media, gli altri sceneggiatori si vedrebbero riconosciuti dei diritti unicamente nel caso venisse sfruttata, interamente o parzialmente, una storia realizzata da loro.

E questo è quanto. In caso di dubbi o domande, sono sempre a disposizione.